Cosa fa e come si comporta il consulente del credito

Il consulente del credito è un professionista delle scienze bancarie che conosce le leggi e le regole in materia creditizia.

É costantemente formato e aggiornato sulle offerte commerciali dei mutui e le relative regole di accesso.

 

labirinto

 

Il consulente del credito è colui che mette in relazione le banche che devono vendere denaro e il consumatore che deve acquistarlo. Il consulente ha il compito di semplificare e ottimizzare il rapporto tra le parti tutelando il consumatore e appurando che la banca applichi realmente le condizioni contrattuali e commerciali opzionate al momento della scelta del mutuo e soprattutto che vengano rispettate le normative vigenti in materia creditizia.

Il consulente deve conoscere le proposte commerciali delle banche ma anche l’ingegneria finanziaria che caratterizza l’offerta dei mutui, quindi consigliare con diligenza e coscienza la soluzione commerciale o tecnica più idonea al consumatore, a seconda dell’esigenza che si presenta. Il consulente sin dal primo incontro deve essere in grado di fare un’analisi reddituale reale dell’effettiva possibilità di indebitamento del consumatore, ma anche, in alcuni casi, dissuaderlo dal ricorso al credito qualora questo comporti un sovra-indebitamento.

La crisi economico-finanziaria che ha colpito l’Europa negli ultimi anni ha portato a un progressivo inasprimento dei parametri di accesso al credito che hanno reso ancora più difficile, per il consumatore, il dialogo con le banche.

Per il consumatore tutto questo si traduce, molto spesso, in un percorso ad ostacoli che il più delle volte porta ad un nulla di fatto. Oggi più che mai è necessaria un’educazione finanziaria preventiva prima di relazionarsi con una qualsiasi banca o prima di sottoscrivere un eventuale contratto di mutuo, anche se si tratta della propria banca di fiducia. Dovreste sempre fare analizzare la qualità dell’offerta di mutuo che vi viene sottoposta dalla vostra banca, affidandovi ad consulente del credito esterno alle banche. Solo così sarete certi che di fronte a voi ci sarà una persona che farà esclusivamente il vostro interesse in quanto non è stipendiato dalla banca che vi sottopone l’offerta.

Come dimostrano i recenti fatti di cronaca finanziaria anche le banche che si reputavano essere le più affidabili non hanno messo al riparo i clienti e i risparmiatori dalle insidie del mercato speculativo e dalle truffe finanziarie. Molti istituti bancari hanno ingannato i loro clienti facendo leva proprio sulla storica fiducia acquisita negli anni di rapporto. Purtroppo però quando vengono scoperte le irregolarità è ormai troppo tardi per correre ai ripari e arginare le perdite per il consumatore.

Il supporto di un professionista del credito si rivela un prezioso aiuto per mettervi al riparo dalle mille insidie “del fai da te finanziario”. Il consulente vi tutelerà e vi guiderà verso la scelta dell’istituto di credito più idoneo alle vostre esigenze scegliendo, l’istituto più idoneo e sopratutto che non sia in una fase di criticità tale da coinvolgervi in una eventuale crisi.

Il Consulente deve avere una sede legale presso la quale è abilitato a ricevere i propri clienti (diffidate da chi vi vuole incontrare presso la vostra abitazione o non ha sedi legali).

Il consulente deve avere requisiti formativi, reputazionali e di onorabilità indispensabili per collaborare in modo professionale con gli istituti di credito come Consulente del credito, come richiesto dalla normativa.